Home Attività Portfolio Titolo Rinnovabili Contact

 

Attività professionale

L’attività dello studio spazia notevolmente, siamo impegnati nella progettazione architettonica di strutture rurali e di servizio all'agroalimentare mediante l'ausilio della modellazione 3D e nella redazione di pratiche PSR e OCM vitivinicolo: progetti di ammodernamento rivolti ad aziende agricole finanziati con fondi strutturali europei e finalizzati all'incremento del livello tecnologico, di meccanizzazione e delle performance produttive. Nelle opere pubbliche curiamo la redazione dei PSC e la progettazione di impianti di fitodepurazione o depurazione, adeguamenti di impianti esistenti (il calcolo statico delle strutture è affidato all'Ing. Fabio Occhionero). La stesura di verifiche di ammissibilità produttiva e di valutazioni di incidenza ambientale vengono effettuate attraverso la predisposizione di studi specifici, per le VINCA acquisiamo in fase 1 (screening) cartografie aggiornate ai piu recenti studi sugli habitat di interesse, appartenenti ai siti della rete Natura 2000 (Direttiva Habitat e Dir. Uccelli).Per aziende interessate ad espandersi diversificando l'attività produttiva e investendo nel settore delle rinnovabili, la nostra attività specifica è quella di promuovere lo sviluppo di una intera filiera agroenergetica cercando di affrontare i limiti tecnici degli impianti a biometano, promuovendo in primis, una fattibilità tecnico economica che potrà essere acquisita da istituti di credito, per valutare l'erogazione di eventuali finanziamenti in leasing; su tali impianti siamo impegnati nei piani di approvvigionamento e nella redazione dei PUA del digestato, in ottemperanza all'art.5 del DM 5046 del 2016, su grandi impianti curiamo l'intero iter autorizzativo, comprensivo di studi di impatto ambientale, valutando con il rendering eventuali interferenze sulla componente paesaggistica. In riferimento alle misure agroambientali (Misura 10 e 11 del PSR 2014 2020 Reg. Mol.) forniamo consulenze tecniche, report sintetici e compilazione di registri, ad aziende interessate a ridurre o azzerare l'input chimico sull'ambiente. Il titolare è iscritto al RUI in sezione E, la stipula delle polizze sul rischio danni da calamità naturali in agricoltura, avviene attraverso società di brokeraggio, specifiche sono le monorischio svincolate dal consorzio (Sarga), o pluririschio ricadenti nel PAN 2018, in collaborazione con il Consorzio Agridifesa del Mediterraneo. Agronomist.it © 2018

Portfolio

Si riportano di seguito le maggiori aziende per le quali sono state espletate pratiche o iter-autorizzativi:

Tenute di Giulio / Borgo di Colloredo - società vitivinicola leader in Molise

Di Maio Norante - azienda vitivinicola leader in Molise

Vivaistica d'Andrea, San Giorgio della Richinvelda (PN)

Btn Srl, Fagagna (UD) assemblaggio e gestione di impianti a biogas

Orto d'Autore Snc Ururi (CB)- Società Agroalimentare

Tenute Di Giulio esterno cantina in fotosimulazione ante operam:::::::::fotogramma su volo di Nord-Est:::::::Agronomist.it ©2018

Titolo di studio

Dott.Agronomo Donato Occhionero

Laurea Specialistica in Scienze e Tecnologie Agrarie, Facoltà di Agraria di Ancona (UNIVPM)

Votazione finale: 110 / 110 e lode :::::::::

Relatore tesi di laurea: Ing. Giovanni Riva (già direttore generale del comitato termotecnico italiano)

curriculum in primo piano

Dossier 2013: basso Molise ad alto impatto

Membro attivo per l'aggiunta di contenuti nell'enciclopedia online: http://it.wikipedia.org

Software utilizzati dal titolare con un buon livello di conoscenza:

Progettazione: Autocad - Sketch up PRO

Elaborazioni cartografiche: Arc Gis

Software per la semplificazione dei processi di controllo impianti di biogas: Nav Energy bio

Software per redazione di business plan aziende agricole, zootecniche e agroalimentari: BPOL ISMEA

Software business plan per aziende agricole che investono su fotovoltaico e eolico: simulwind 5.0 e simulare fotovoltaico

Piattaforme online: Ottima conoscenza dei più comuni CMS da interfacciare su database attraverso piattaforma MAMP

Sistemi operativi di base

Sistema operativo adottato: MAC OS

Altri sistemi operativi gestiti con buone conscenze: Windows e Linux

Rinnovabili

Biometano 2018: Il nuovo DM del 02.03.2018 va nella strada giusta. Perchè sfruttare i sistemi agricoli per creare nuove forme di business? In riferimento alla produzione di biocarburanti, alle colture dedicate sarebbe meglio preferire i reflui zootecnici o i sottoprodotti agricoli che non sottraggono ettari di coltivazioni all'agricoltura. I biodigestori garantiscono una gestione corretta degli effluenti che diversamente, potrebbero essere fonte di inquinamento per l'ambiente. Il nuovo DM va nella strada giusta e valorizza i sottoprodotti agricoli, i rifiuti organici (FORSU) e le alghe marine. Rappresenta un punto di svolta perchè valorizza rifiuti e sottoprodotti, senza "cambiare la destinazione d'uso" degli agroecosistemi e crea buone opportunità di crescita ad imprenditori che vogliono sfruttare al meglio il meccanismo incentivante dei CIC (certificati di immissione in consumo). Il biometano è l'ultima evoluzione del biogas (miscela gassosa costituita da metano, anidridre carbonica e altre molecole presenti in concentrazione minore). Il biogas così composto deve essere filtrato, attraverso le unità di upgrading, o meglio ancora “quelle di smart upgrading” una volta trasformato in biometano, con concentrazione di CH4 al di sopra del 95%, è pronto per entrare nella rete del gas naturale o per essere utilizzato per autotrazione. L'incentivazione di tale vettore energetico è stata introdotta dal DM del 5 dicembre 2013 e perfezionata con il DM del 02.03.2018: ai nuovi impianti entrati in esercizio dopo la data dell'ultimo decreto, e riconosciuti dal GSE , verrà assegnato un certo numero di certificati di immissione in consumo sulla base delle Gigacalorie prodotte ed immesse in rete. La maggiorazione è prevista sul 70% di produzione di biometano ma per impianti in codigestione. Sono fortemente convinto che questo nuovo DM garantirà nuovi modelli di crescita. Bisogna investire su impianti di piccola taglia, che evitano le lungaggini dell'autorizzazione unica e seguono l'iter della procedura abilititativa semplificata. Il territorio deve essere pronto a concepire e ad accogliere gli attori di una filiera che garantiscono un modello di economia circolare, che ben si distanzia da chi crea profitti attraverso l'impiego di combustibili fossili. Dott.Agronomo Donato Occhionero - © 2018

biometano 2018

 

Contact

Ururi (CB) via Santa Maria 39 :::: Termoli (CB) via Madonna delle Grazie 38

Mobile: 329-7137538 E.mail: occhionero@gmail.com

Tel. & FAX. 0874 830327 ::::: PEC: d.occhionero@conafpec.it

Facebook Profile

P.IVA 01509270706